La somministrazione di Propecia per il trattamento dell’alopecia androgenetica

0
14
propecia

L’inchiesta sui benefici e sui rischi di uno dei farmaci più largamente somministrati, insieme allo staff di trapiantocapelliturchia.org

Nel campo dell’alopecia androgenetica, la comune calvizie, una delle terapie maggiormente adoperate riguarda la prescrizione di una sostanza particolare, nota come finasteride.

Propecia è un medicinale contenente proprio finasteride e ufficialmente approvato sia dall’FDA che dall’EMA per la cura della caduta dei capelli.

La peculiarità del medicinale in questione sta nel contenuto di 1mg di finasteride che, per sua natura, permette l’inibizione di un enzima particolare, il 5-alfa reduttasi (5AR). Quest’ultimo gioca un ruolo importante nel processo che porta alla caduta dei capelli.

Infatti, l’enzima 5AR sintetizza il DHT, o diidrotestosterone, a partire dal testosterone presente nei follicoli piliferi del cuoio capelluto. A sua volta, il DHT interagisce con i ricettori androgeni dei follicoli, portando ad un progressivo assottigliamento dei capelli e miniaturizzazione dei bulbi.

Questo processo causa nel corso del tempo un distaccamento permanente dei capelli dal bulbo, determinandone una caduta definitiva.

 

In che modo agisce Propecia sull’alopecia androgenetica?

La risposta ci viene fornita dallo staff di trapiantocapelliturchia.org, composto dai migliori chirurghi specializzati nel trapianto di capelli in Turchia.

Il farmaco è stato introdotto a partire dal 1999 per la cura di patologie legate alla prostata. L’utilizzo del prodotto portò i medici a notare anche un effetto “indesiderato”, ovvero la ricrescita dei capelli.

Al giorno d’oggi finasteride e Propecia sono una realtà consolidata per il trattamento dell’alopecia androgenetica. Infatti, il meccanismo di azione si basa sulla capacità del farmaco di ridurre sostanzialmente i livelli di DHT. Questo fenomeno, permesso dall’inibizione dell’enzima 5AR, permette di frenare il processo di miniaturizzazione dei follicoli piliferi che ne provoca poi la caduta.

Il medicinale Propecia si assume sotto forma di capsule contenenti 1mg di principio attivo, mentre i primi risultati possono essere visibili dopo qualche mese a partire dall’inizio della cura. Essi riguardano principalmente lo stop alla caduta dei capelli e, in alcuni casi, anche la ricrescita.

 

Quali sono gli effetti collaterali e le controindicazioni?

La somministrazione di Propecia deve essere regolata da un medico esperto nel settore.

Infatti, l’uso del medicinale può portare alla comparsa di effetti collaterali. Questi riguardano principalmente la sfera sessuale, con il possibile calo del desiderio sessuale, la riduzione dell’eiaculato e la disfunzione erettile. 

Inoltre, altri tipi di reazioni indesiderate possono riguardare lo sviluppo di allergie nel caso si fosse intolleranti ad uno degli ingredienti contenuti nel farmaco.

Nel caso subentrino degli effetti collaterali è opportuno contattare il proprio medico per scongiurare l’occorrere di ulteriori aggravamenti.

Per quanto riguarda le controindicazioni invece, il medicinale non deve essere assunto se si soffre di patologie al fegato. Inoltre, le donne in gravidanza o in allattamento devono evitare anche solo il contatto fisico in quanto il principio attivo contenuto nella finasteride potrebbe portare a malformazioni ai genitali maschili del feto.

Una delle considerazioni più importanti che bisogna conoscere riguarda anche l’alterazione dei valori dell’antigene PSA, i cui valori vengono utilizzati per stabilire la presenza di cancro alla prostata.

I professionisti di Beauty Consulting 24 che potete trovare su beautyconsulting24.com consigliano sempre di associare la terapia domestica con un trapianto di capelli.